ISSN 2704-8098
logo università degli studi di Milano logo università Bocconi
Con la collaborazione scientifica di

  Articolo  
20 Marzo 2020


Lo sbarco del taser in Italia: i diritti (non) presi sul serio


Abstract. Dopo un periodo di sperimentazione, la pistola elettrica taser entrerà a far parte della dotazione stabile delle nostre forze di polizia. L’Autrice, ripercorsa l’esperienza degli Stati Uniti, in cui l’impiego di questo genere di arma ha mostrato tutti i suoi limiti, e ricostruita la giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo sull’uso eccessivo della forza da parte dello Stato, e in particolare sull’utilizzo del taser, esprime i suoi dubbi sulla tenuta costituzionale e convenzionale della disciplina che lo ha introdotto.

SOMMARIO: 1. Una misura urgente a tutela della sicurezza pubblica: le armi ad impulsi elettrici nella normativa italiana. – 2. Caratteristiche e rischi del taser nell’esperienza degli Stati Uniti. – 3. La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo: l’uso della forza da parte dello Stato. – 4. (segue): l’uso delle armi elettriche. – 5. Quali prospettive per il taser nel sistema italiano?

 

* In vista della pubblicazione su Diritto penale contemporaneo – Rivista trimestrale, il contributo, qui pubblicato in anteprima, è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di due revisori esperti.